Audience Development è innovazione sociale

Audience Development è innovazione sociale

Il 21 giugno ho partecipato alla giornata di lavori sul tema della capacità strategica e dinamica delle organizzazioni culturali di allargare e diversificare il pubblico e intensificare la propria relazione con esso.

Un argomento molto interessante, organizzato dall’Osservatorio Culturale del Piemonte e la Compagnia di San  a Torino, negli spazi del Teatro Piccolo Regio

Partendo da “Open”,  il bando che la Compagnia di San Paolo ha emesso con l’obiettivo di sostenere progetti dedicati alla partecipazione innovativa e mirati ad ampliare e differenziare la domanda culturale, l’evento ha offerto l’opportunità di mettere a confronto alcune esperienze italiane e internazionali.
Dopo i saluti e la presentazione da parte di Luca Dal Pozzolo (Direttore Osservatorio Culturale del Piemonte) e Roberto Timossi (Compagnia di San Paolo), Luisella Carnelli ha presentato la ricerca “Study on Audience Development. How to place audiences at the centre of cultural organisations” promossa dalla Commissione Europea.

Nella seconda parte della mattinata si è svolta la tavola rotonda “Strategie di Audience Development: dalla prospettiva europea a quella locale” Moderata da Alessandro Bollo – Direttore del Polo del ‘900
Sono intevenuti in ordine:

Erminia Sciacchitano – DG Educazione e Cultura della Commissione Europea Via video messaggio ci ha raccontato come diventi sempre più importante mettere al centro i pubblici per cambiare i processi dell’organizzazione culturale stessa

Sonia Sin – Responsabile Comunicazione e Sponsorship Saragozza culturale porta la testimonianza della città di Saragozza come esempio di AD rapportata alla comunicazione e promozione sui nuovi media.

Joanna Szwajcowska – Deputy director of Culture Department of the City of Warsaw
Ci parla dell’importanza dei dati e come la Città di Varsavia investe molto sulla ricerca per conoscere prima di tutto i pubblici.

Sandra Aloia – Area Innovazione Culturale di Compagnia di San Paolo Racconta il coraggio di chiamare un bando OPEN e come han saputo spiegare cos’è l’#audiencedevelopment
con metodo: 1) padronanza degli strumenti 2) coinvolgimento delle istituzioni 3) lavoro di squadra con i giornalisti

Matteo Negrin – Presidente dell’Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario Onlus
Dall’Europa al locale, la lente d’ingrandimento si sofferma su San Salvario e l’esperienza della Casa del Quartiere per intercettare e venire incontro ai nuovi modi fruire della cultura, sia in termini di spazi che di tempi.

Infine chiude i lavori della mattinata Steven Hadley per parlare di come Audience development significhi parlare di Cultural Democracy.
Stephen Hadley, della Queen’s University Belfast nel keynote “The impact and the policy implications of the audience-centric approach on the cultural organizations” ci ha spiegato come muoversi e quali sono i passi di uno sviluppo legato alla Audience Development.

I materiali della giornata li trovate sul sito dell’Osservatorio Culturale Piemonte

Ecco il video della giornata creato dalla Compagnia di San Paolo:

CONTATTAMI SENZA IMPEGNO E SCOPRI COME POSSIAMO COLLABORARE

Autore

Consulente di promozione e comunicazione digitale applicata al turismo e alla cultura. Amo viaggiare, parlare di turismo lento facendo marketing territoriale e turistico. Il mio blog: www.nuovi-turismi.com

Leggi tutto il post

Lascia un commento

Your email address will not be published.