Borgate dal Vivo 2017

,

Borgate dal Vivo 2017

Borgate dal vivo è il primo festival delle borgate alpine, ma è anche molto di più, è un progetto di rinascita.
Lo scopo di questo progetto è favorire:

  • la riscoperta,
  • la valorizzazione
  • il recupero

di borghi e borgate montane attraverso un festival letterario.

Per questo evento mi occupo della supervisione della gestione e strategia dei canali social.

Negli ultimi anni, le borgate hanno attirato su di sé un rinnovato grande interesse e una preziosa riqualificazione urbana. Borgate dal vivo mira a contribuire alla loro rinascita culturale e al recupero di un tessuto sociale attivo, affinché questi due elementi possano a costituire un traino di nuovo benessere in questi luoghi, che altrimenti restano luoghi recuperati dal punto di vista architettonico, ma vuoti.

Nell’anno dei borghi vogliamo dimostrare, attraverso grandi eventi, che in particolare i borghi montani, ma non solo, hanno un grande potenziale, culturale, economico, anche legato a uno sviluppo sostenibile del turismo e dell’economia 4.0.

Gli eventi sono rivolti, nello specifico, sia agli abitanti dei territori coinvolti, che a un pubblico più vasto, con un duplice vantaggio:

  • mettere in contatto le realtà esistenti nel territorio;
  • permettere a questi luoghi meravigliosi di essere riscoperti.

Tutte le tappe saranno organizzate in sinergia ai comuni e alle associazioni del territorio, in modo che vengano messe in rete con eventi e realtà già esistenti, così da valorizzare entrambe.

Coinvolgeremo importanti nomi della letteratura a livello nazionale e internazionale.

  • 25 comuni in rete,
  • 26 borgate alpine e non solo.

Abbiamo scelto di coinvolgere, per la seconda edizione di Borgate dal vivo, tutto l’arco delle Alpi Occidentali.

Dal mare di Cervo fino alle vette di Cervinia, al confine con la Svizzera.

Ci sposteremo su tre differenti regioni: Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e in 5 diverse province.

Inoltre avremo un evento speciale a Feltre, in Veneto e stiamo lavorando per un appuntamento transfrontaliero.

Ragione per le quali riteniamo il progetto possa assumere rilevanza nazionale ed espandersi nelle prossime edizioni.

L’evento finale, ci porterà a realizzare un gemellaggio con Castelluccio di Norcia, borgata umbra cancellata dal sisma che ha colpito il centro Italia.

Realizzeremo un grande concerto i cui proventi saranno girati alle associazioni di Castelluccio, per aiutare la popolazione a ripartire. Il sogno è nel 2018, ripartire con il nuovo festival, proprio da lì. Un vero progetto di rinascita.

Coinvolgeremo, nello specifico, comuni di differenti contesti e valli alpine:

  • Valle d’Aosta,
  • Valli Orco e Soana,
  • Valli di Lanzo,
  • Valle di Viù,
  • Valle di Susa,
  • Val Sangone (a me cara essendo il mio territorio ),
  • Val Chisone,
  • Valli del Monviso,
  • Valli Valdesi,
  • Valli Cuneesi,
  • Alpi Marittime.
Il progetto mira anche valorizzare i territori legati al percorso del festival in chiave turistica, con l’intento di sviluppare indotto e itinerari di turismo lento e sostenibile.
Ulteriori informazioni sul sito www.borgatedalvivo.it, pagina facebook www.facebook.com/borgatedalvivo o scrivere a direzione@borgatedalvivo.it